Il miele di Coriandolo: quello di ADI Apicoltura è il migliore d’Italia.

Il miele di Coriandolo è un miele che si produce da relativamente poco tempo, ma che ha proprietà organolettiche e sensoriali eccelse.

Il miele di Coriandolo di Adi Apicoltura è stato decretato il migliore d’Italia nell’anno appena passato conquistando le ambite ‘TRE GOCCE D’ORO’ del concorso Grandi Mieli d’Italia – Premio Giulio Piana’.

Cosa è il coriandolo? 

È la pianta conosciuta ormai in tutto il mondo dai cui frutti si estrae una delle spezie più diffuse e utilizzate nelle culture gastronomiche orientali, nordafricane e sudamericane.

È una pianta perenne che fiorisce nel periodo primaverile ed estivo, che porta sulle spalle numerose leggende e che si lega alla storia di popoli antichi come quello egizio.

Il nettare delle sue parti verdi, ritenuto afrodisiaco, provocava in colui che lo assumeva stati di ebrezza simili a quelli causati dal consumo di bevande alcoliche.

È inoltre dal fiore in questione che prendono il nome i famosi coriandoli di carnevale.

In epoca rinascimentale infatti le infiorescenze, in occasione di questa festa  venivano ricoperte di zucchero cristallizzato per ottenere piccoli confetti colorati.

Proprietà terapeutiche

Al Coriandolo, che sia consumato fresco, in foglie o secco vengono attribuite differenti proprietà medicinali e farmaceutiche.

Oltre a contenere una discreta percentuale di Vitamina C, risulta, grazie ai suoi oli essenziali un potente antinfiammatorio naturale che però assunto in dosi massicce può provocare importanti problematiche a livello renale e gastrico.

IL MIELE DI CORIANDOLO 

Prodotto principalmente in centro Italia e raccolto nel periodo precedente al pieno della stagione estiva, il miele di Coriandolo è un miele raro che dalle sfumature dorato aranciate che possiede quando ancora liquido, passa ad un colore etereo quasi perlato al momento della cristallizzazione che lo rende un miele piuttosto denso e compatto.

I suoi profumi sono pungenti e rimandano vagamente alla spezia prodotta dallo stesso fiore da cui origina. Sentori di pain d’épice, cedro, caffè e cioccolato, si alternano ad aromi balsamici che creano il perfetto equilibrio che questo miele possiede nella sua caratteristica dolcezza.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI

La leggera freschezza e le note vagamente balsamiche lo rendono perfetto ad un abbinamento per contrasto con cibi dalle note grasse come per esempio crostini con Lardo di Colonnata o Pecorino stagionato e fave fresche.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *