Proteggere le api e garantire miele di buona qualità, come? L’UE interviene.

L’Europa è il secondo Paese al mondo per la produzione di miele dopo la Cina, ma il comparto economico che se ne occupa è in netta decrescita a causa di una lacunosa regolamentazione e degli ostacoli che un controllo approssimativo causa a danno delle produzioni nazionali.

Ogni anno circa 600 mila apicoltori realizzano 250.000 tonnellate di miele usando 17 milioni di arnie, ma la produzione non riesce a soddisfare il fabbisogno interno.

Cosa succede? 

La scelta è quella di affidarsi all’importazione, che però come precedentemente accennato non è regolamentata.

Si finisce per acquistare quindi miele di dubbia qualità unicamente in riferimento ad un costo molto basso.

Solo il 20 percento del miele importato, infatti, risulta conforme alle normative europee ma questo spesso non è sufficiente ad impedirne la commercializzazione.

 

Cosa si chiede?

L’intervento dell’Unione Europea e degli enti preposti alla salvaguardia ambientale e alimentare mira infatti a promuovere un più consapevole utilizzo del miele e dei suoi derivati tramite un’etichettatura puntuale e specifica, oltre che maggiori controlli sull’importazione.

Necessario è però, per poter continuare a godere dei benefici che le api ci concedono, come il miele, intervenire anche sulla salvaguardia di queste ultime.

Salvaguardare il patrimonio apistico non significa solo salvaguardare le fiorenti produzioni di miele, ma anche tutelare la sopravvivenza umana e per farlo bisogna agire anche in materia agronomica. Stop ai pesticidi dannosi nei confronti delle api, stop ai neonicotinoidi che ne contaminano il miele e stop al sovrasfruttamento e alla manomissione del regolare ciclo di produzione mellifera!

Ci auguriamo che la lotta che quotidianamente noi apicoltori portiamo avanti, a difesa non soltanto del nostro lavoro, ma anche degli insetti che proteggiamo e adoriamo, possa avere efficaci riscontri nel minor tempo possibile!

Un’attesa prolungata potrebbe avere cause disastrose e insanabili.

Fonti:

http://www.helpconsumatori.it/alimentazione/proteggere-le-api-promuovere-il-miele-le-richieste-del-parlamento-ue/120602

http://www.ilfattoalimentare.it/ue-apicoltura-api-miele.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *