Vegani: mangiate il miele o non mangiate il miele?

Secondo il mantra alimentare vegano il miele, risultato di un processo naturale della vita delle api, è bandito dalla dieta per una questione etica.
Ma la questione etica, in questo caso, è in forte dubbio.
L’apicoltura, negli anni, ha subito un’incredibile evoluzione divenendo, alla pari di tante altre produzioni alimentari, sostenibile al 100%.
Ad esempio, noi di ADI apicoltura, produttori di miele biologico (non usiamo pesticidi nei territori di raccolta, né agenti chimici sulle nostre api) preleviamo dalle arnie solamente il miele in eccesso. Lasciamo quindi alle api tutto il sostentamento di cui hanno bisogno, e forniamo ai nostri clienti il miele in esubero.
Non dobbiamo così ricorrere all’utilizzo dello sciroppo di zucchero come sostitutivo nella loro dieta.
È ovvio infatti, che la nostra prima preoccupazione, è la salute e il sostentamento delle nostre api.
Se loro stanno bene e sono in salute, noi apicoltori proliferiamo!
Non tutti gli apicoltori guardano al profitto esclusivo come mira del loro lavoro.
La maggioranza dei piccoli apicoltori dedicano infatti la propria vita alle api e permettono loro di vivere il più a lungo possibile non rinunciando però ad un prodotto dall’eccezionale naturalezza quale è il miele.
Quindi ci infiliamo volentieri e con rispetto in questa “disputa”.
Amici che avete compiuto la scelta di una nutrizione esclusivamente vegana: come mai scegliete di non usare il miele?
Tutto ciò che accade nella sua produzione è totalmente secondo natura.
Potremmo infatti raccoglierlo semplicemente lasciando i nostri vasetti sotto le arnie: il miele in eccesso prodotto dalle api colerebbe spontaneamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *